martedì 8 marzo 2011

Boati in Fadalto - agg52

fonte OggiTreviso

BOATI: «MANCANO INFORMAZIONI, TRASPARENZA E PARTECIPAZIONE»
Il consigliere di Sinistra Vittoriese, Adriana Costantini, accusa il sindaco di gestire la questione boati in modo «verticistico e militarizzato»


VITTORIO VENETO - Non solo incontri a porte chiuse per tecnici e amministratori, ma anche un nuovo incontro pubblico aperto a tutti i cittadini sulla questione boati.

A chiederlo è il consigliere comunale Adriana Costantini (SV) che sottolinea come i cittadini abbiano diritto ad avere delle informazioni corrette e continuative da parte dell'amministrazione.

«Nella gestione del problema Fadalto - evidenzia il consigliere di Sinistra Vittoriese - da parte del sindaco mancano informazione, trasparenza e partecipazione. Fino ad oggi Da Re ha rifiutato l'incontro pubblico richiesto dal consiglio di quartiere e dai residenti della Val Lapisina».

Informazione che secondo Costantini sarebbe necessaria proprio per il fatto che «i cittadini sono soggetti attivi della Protezione Civile e non oggetto passivo di interventi calati dall'alto». Dunque, secondo Costantini sarebbe necessario «organizzare immediatamente in Val Lapisina un'assemblea con la cittadinanza del Fadalto, seguita da altri incontri a cadenza regolare» e «predisporre la stesura quotidiana di un bollettino che riporti gli aspetti quali/quantitativi dei fenomeni e i dati rilevati». Non da ultimo, secondo il consigliere comunale, è necessario «coinvolgere i cittadini del Fadalto, consiglio di quartiere e associazionismo locale per attivare una rete di solidarietà e di reciproco aiuto».