venerdì 9 novembre 2018

Serata tecnica sui sistemi di comunicazione digitale DMR con Giuseppe IW3HWT

Ieri sera 8 novembre 2018 presso la sezione ARI Montebelluna si è tenuta una serata tecnica dedicata all'uso delle tecniche digitali DMR in ambito radioamatoriale tenuta dall'amico Giuseppe IW3HWT del CB Center di Rosà (VI).



Il DMR Digital Mobile Radio, è uno standard di comunicazione digitale per le comunicazioni di tipo civile/professionale, esistente da alcuni anni.
La tecnica permette, sulla stessa frequenza due comunicazioni contemporanee ed indipendenti, mediante suddivisione in due slot temporali, di 30 millisecondi ciascuno. Le due comunicazioni possono avvenire pertanto in modo contemporaneo, senza che la prima possa disturbare la seconda, vale a dire due comunicazioni diverse nella stessa larghezza di banda.


Gli apparati DMR offrono alcune funzioni come ad esempio la possibilità di inviare/ricevere brevi messaggi di testo, avvisi di chiamata o addirittura permette di conoscere la presenza in radio di una determinata stazione. 
Per quanto riguarda qualità sembra offrire maggiori prestazione anche ai dispositivi di abbattimento del rumore di fondo presenti negli apparati DMR.

Una gradevole serata per scoprire il mondo del DMR che Giuseppe IW3HWT ha introdotto spiegandone l'architettura di base e illustrando le ricadute e le possibilità di utilizzo per gli usi radioamatoriali.



C'è stata inoltre la possibilità di vedere dal vivo alcuni apparati DMR Hytera, i software di gestione e configurazione e scoprire alcune peculiarità presentate da Giuseppe IW3HWT.



È stata anche l'occasione per un sereno confronto su considerazioni e dubbi che possono nascere attorno al tema del DMR in ambito radioamatoriale, in quanto un sistema che sfrutta molto l'interconnessione con la rete internet e dati o il fatto che richiede una discreta attività da informatici più che da radioamatori per le opportune configurazioni.

È fuori di dubbio che il DMR risulta un ottimo sistema per il settore civile e professionale, specie negli ambiti della sicurezza, dell'emergenza e del soccorso, ma sicuramente troverà sviluppi di utilizzo e sperimentazione in ambito radioamatoriale.
Speriamo possa esserci modo prossimamente di toccare con mano il sistema e capirne ancora di più le potenzialità.

Un particolare ringraziamento va a Giuseppe IW3HWT per la disponibilità e la relazione.
73 de Giorgio IU3IOU

domenica 4 novembre 2018

Nuovi test di ricezione del ponte radioamatoriale ATV IR3UDC

Nelle ultime settimane avevo eseguito alcuni test di ricezione dei ponti radioamatoriali ATV posizionati sul Monte Cesen, a nord del mio QTH. Non so se a causa del maltempo che imperversava o dei ponti spenti ma i test non avevano portato a gran risultati.

Da ieri mattina sto eseguendo nuovi test di ricezione e senza grandi difficoltà sono riuscito a ricevere il ponte IR3UDC, posizionato in località Pianezze sul Monte Cesen (Valdobbiadene TV) - locatore JN65AV e gestito dalla sezione ARI Monte Grappa. Il ponte ripetitore ATV ha frequenza di ingresso 1.272 MHz e di uscita 10.420 MHz.


Vista la stabilità del segnale ho utilizzato l'occasione per effettuare alcuni confronti tra due ricevitori analogici, il Fraccaro ASR500 e uno Strong SRT-125 collegando alternativamente l'illuminatore ai ricevitori.
Probabilmente agevolato dalla distanza ridotta e dalla posizione con entrambi non vi è alcun problema nella sintonia e ricezione del segnale.


Parlando in termini di rapporto siamo ad una ricezione perfetta definita P5.
Per quanto riguarda infatti i rapporti con la modalità ATV si usano a livello internazionale i seguenti rapporti in base al livello di qualità di segnale video ricevuto:
P0 – Nessuna immagine ricevuta,
P1 – Immagine sincronizzata con qualche leggera traccia dell’immagine,
P2 – Sono riconoscibili i primi piani (es. l’indicativo di chiamata),
P3 – Immagine con effetto “neve” con qualche dettaglio,
P4 – Immagine con un leggero effetto “neve” con buoni dettagli e buona risoluzione,
P5 – Immagine perfetta , senza effetto “neve”.

Ho sfruttato l'occasione di questi test in ATV anche per provare un piccolo schermo portatile a 7 pollici che mi è stato regalato, insieme al ricevitore Strong, da Luciano IU3IPI che ringrazio.
Avendo segnale ho potuto verificare il corretto funzionamento del piccolo schermo in quanto senza segnale e sincronismo lo schermo rimaneva sempre in stand by. Anche se la definizione sarà minore ed il televisore permette con più facilità di vedere se c'è qualche portante o segnale ATV, visto gli ingombri notevolmente ridotti, ho messo in posizione definitiva lo schermo da 7 pollici che sostituirà definitivamente il televisore a tubo catodico che avevo in uso. Proverò a verificare se è possibile con questo schermo eliminare lo stand by in modo da vedere tutto anche senza segnale e sincronismo.



Durante i test oltre al monoscopio con l'indicativo del ponte IR3UDC, è comparsa la visuale panoramica dalla telecamera fissa posta nelle vicinanze del ponte e anche una stazione di un radioamatore anche se non ho avuto modo di segnare il nominativo.



Sicuramente in futuro non mancheranno altri test di ricezione ATV magari cercando di ricevere altri ponti ripetitori ATV o provando la ricezione dei sistemi DVBT terrestre o DVBS digitale terrestre.

73 de Giorgio IU3IOU

_________________________
Link ai precedenti post relativi ai test ATV (link)

sabato 3 novembre 2018

Award Contest ATV IARU Region 1 2018 edition

Durante il secondo week end di giugno 2018 si è svolto il Contest ATV IARU Region 1 (link). 
Questa tecnica e modalità operativa, anche se non molto diffusa, risulta particolarmente interessante dal punto di vista sperimentale.


Dopo il contest erano già stata presentata la classifica del contest (link).
La vera emozione è arrivata ieri sera, quando via ho ricevuto da Dave G8GKQ Coordinatore IARU Region 1 ATV Contest, il Certificato relativo alla partecipazione all'edizione 2018 del contest con la relativa posizione in classifica.



A presto on air! 
73 de Giorgio IU3IOU


_________________________________________________________________
Link sul tema ATV 
Gruppo Facebook ATV Italia https://www.facebook.com/groups/96549762423/
Sito web ATV Europe http://www.atv-europe.net/
British Amateur Television Club Wiki https://wiki.batc.org.uk/BATC_Wiki
British Amateur Television Club Forum https://forum.batc.org.uk/
British Amateur Television Club Repeater Streaming https://batc.org.uk/live/

venerdì 2 novembre 2018

Test di trasmissione in microonde con gigafoni a 24 GHz

Ieri sera, 1 novembre 2018, in compagnia di Davide IU3CLX abbiamo effettuato dei test di trasmissione in microonde nella banda dei 24 GHz.

I test sono stati possibili grazie all'attrezzatura messa a disposizione dell'amico Mario I3EME: si tratta di due gigafoni per la banda dei 24 GHz in modalità FM con potenza di 5 mW abbinati a due antenne Horn (a tromba) con guadagno di 30 dB.




E' uno dei primi approcci al mondo delle microonde, oltre a qualche QSO o qualche ricezione in ATV (link), pertanto è stato prima di tutto necessario prendere confidenza con i sistemi.
Inizialmente abbiamo installato le due stazioni e provato le varie funzionalità in modo da verificarne funzionalità trattandosi di apparecchi "vintage".
Una volta verificato che gli strumenti sono ancora efficienti abbiamo deciso di fare un primo test di trasmissione in maniera da poter verificarne il funzionamento e capirne potenzialità e limiti.
Abbiamo posizionato pertanto le due stazioni a qualche centinaia di metri per testare anche la trasmissione e ricezione dei due apparati. 
Probabilmente qualche componente fermo da un po' o qualche condensatore dovevano rimettersi in moto dopo la lunga inattività. E così dopo i primi attimi in cui si sentiva solo un gracchiare ecco che il segnale iniziava ad arrivare.






Inizialmente abbiamo lavorato sulla sintonia trasmettendo la nota del CW e centrando la frequenza dei due gigafoni e solo successivamente abbiamo effettuato le chiamate in fonia ottenendo un buon risultato.
Abbiamo scoperto come sia necessario avere un buon allineamento tra le antenne Horn collegate ai gigafoni a rischio di perdere le comunicazioni già a poche centinaia di metri, aspetto che sarà ancora più importante e delicato con l'aumentare delle distanze.

Non so se possiamo considerarlo un vero e proprio QSO ma noi siamo stati felici di mettere a log il nostro primo QSO in microonde a 24 GHz.


Prossimamente procederemo con nuovi test e QSO aumentando via via le distanze tra i due gigafoni.

Alle prossime.
73 de Giorgio IU3IOU

giovedì 1 novembre 2018

eQSL QSL collegamenti radioamatoriali ricevute a ottobre 2018

Eccoci al momento dedicato a presentarvi le eQSL o QSL ricevute nel mese di ottobre 2018 quali conferme dei QSO effettuati nell'ambito dell'attività di radioamatore

eQSL




























QSL



dagli SWL



73 de Giorgio IU3IOU