martedì 22 gennaio 2013

Precisazioni sulle anomalie trattate nel blog

Nell'ultimo periodo (e non solo) sul blog ho trattato anomalie radioelettriche ed anomalie dei fenomeni naturali tra cui quelli luminosi.

Sono arrivate richieste di informazioni e collaborazioni riguardanti tematiche legate principalmente al paranormale, al campo ufologico ed extraterrestre.

Voglio precisare che non mi occupo di tali tematiche, e che le anomalie trattate vengono verificate in maniera esclusivamente analitica e scientifica al fine di ricercare una risposta scientificamente valida, con dati alla mano e grazie al confronto con altri collaboratori (i principali li trovate sul menu a destra).
Di norma le anomalie vengono trattate con due intenti e scopi:
- il primo legato allo studio delle leggi propagative delle onde radio e di eventuali anomalie,
- il secondo legato allo studio di possibili precursori sismici principalmente radioelettrici ma non solo.

Mi addentro nell'argomento UFO solo ed esclusivamente in questo post, perchè vorrei cogliere l'occasione di fare una precisazione su tale argomento e su tale fenomeno. 
Molto spesso si confonde la terminologia UFO (acronimo inglese per Unidentified Flying Object o Unknown Flying Object), in italiano OVNI Oggetti Volanti Non Identificati, con la presenza di navicelle spaziali, alieni ed extraterrestri, mentre si tratta di verifiche e monitoraggio delle segnalazioni di oggetti volanti non identificati a cui non si riesce a dare una spiegazione per tipologia, forma, velocità o altro e che non necessariamente hanno a che fare con vite aliene ed extraterrestri.
Proprio per sottolineare l'importanza di tali studi e verifiche e che non necessariamente quando si parla di UFO o OVNI si parla di pseudoscienza, si ricorda che l'Areonautica Militare Italiana per mezzo del Reparto Generale Sicurezza è l'organo deputato a raccogliere, verificare e monitorizzare le segnalazioni inerenti gli avvistamenti di Oggetti Volanti Non Identificati (OVNI).