lunedì 7 gennaio 2013

Ancora sui boati a Vittorio Veneto ed in Fadalto - agg 065

Nel mese di dicembre sono comparsi nella stampa locale alcuni articoli su un boato occorso il 5 dicembre 2012 nella zona di Vittorio Veneto e del Fadalto di cui riporto fonte, testo e link. Ancora non si è chiarita la causa di tale boato.

Fonte Radio Veneto Uno

05/12/2012
Ancora sconosciute le cause della deflagrazione
MISTERIOSA ESPLOSIONE RISVEGLIA VITTORIO VENETO
Un forte boato udito poco dopo l'una di notte nella cittadina

VITTORIO VENETO - Un boato nella notte risveglia gli abitanti di Vittorio Veneto. Nei dintorni della cittadina poco prima dell'una di notte diverse persone avrebbero udito distintamente una forte esplosione. L'origine della deflagrazione è, al momento, ancora misteriosa e non risultano segnalazioni ai vigili del fuoco e alla Prealpi Soccorso.


Fonte OggiTreviso
data 05.12.2012
Non un terremoto, incerta anche l'ipotesi meteoriti
Ancora mistero sull'origine del boato avvertito da molti vittoriesi a mezzanotte e mezza di mercoledì
VITTORIO VENETO - Nessun terremoto, poco plausibile anche l'ipotesi di uno sciame di meteoriti entrate nell'atmosfera, probabile l'altra ipotesi, di un aereo che abbia superato la barriera del suono.
Nella mattinata i centralini delle forze dell'ordine sono stati presi d'assalto da tanta gente alla ricerca di una spiegazione di quel boato sordo, come di un fuoco di artificio ma più potente tanto da aver fatto tremare i vetri. Difficile dare una risposta. Ai vigili del fuoco, come pure ai carabinieri, esercito, polizia locale non risulta nulla. Eppure quel boato c'è stato.
Di terremoto non si tratterebbe. I sismografi non hanno registrato alcun evento sismico, ma solo un leggero segno sul tracciato della stazione di rilevamento del Col Varnada, a ovest del Col Visentin. "Nessuna registrazione di terremoti - precisa Pier Luigi Bragato del CRS di Udine - solo una registrazione non sismica alle 24,35 che potrebbe essere la traccia di quel boato". Un simile evento è capitato martedì intorno alle 19,30 nel Friuli alto, al confine con l'Austria, anche in questo caso solo un boato e nessun terremoto.
Difficile secondo Silvano Tocchet, presidente degli Astrofili di Vittorio Veneto, che possa trattarsi del rumore provacato dall'impatto di uno sciame di meteoriti con l'atmosfera: "Il rumore era secco, si sarebbe dovuto propagare in un modo diverso come accade per un tuono".
Rimane dunque un'altra ipotesi: un bang sonico. E i cieli vittoriesi, in effetti, sono un frequentato corridoio di aerei, militari e civili.

Fonte OggiTreviso

data 06.12.2012
Boato, escluso anche il bang sonico
Rimane un mistero l'origine del rumore avvertito mercoledì notte a Vittorio Veneto
VITTORIO VENETO - «Non ci sono state attività volative dei nostri aerei a quell'ora»: è il Comando dell'Aeronautica Militare con sede in Friuli Venezia Giulia, e competente anche per lo spazio aereo sopra Vittorio Veneto, a eliminare l'ultima ipotesi avanzata sull'origine del boato avvertito intorno alla mezzanotte e mezza di mercoledì.
Dunque nessun bang sonico avrebbe generato quel boato, nessun aereo militare ha in quell'ora sorvolato il cielo di Vittorio Veneto e superato la barriera del suono.
Ad oggi, esclusa la connessione con un terremoto e la poca probabilità di uno sciame meteoritico, quel boato avvertito da molti rimane dunque un bel mistero.

data 05.12.2012
Misterioso e forte boato sveglia i vittoriesi nel cuore della notte
Una forte esplosione è stata sentita, nella notte tra martedì e mercoledì, dai cittadini di Vittorio Veneto. Sconosciute le cause ma non si esclude una pioggia di meteoriti.
Un misterioso boato, stanotte, ha fatto sobbalzare i vittoriesi nei loro letti, interrompendo bruscamente il loro sonno.
Poco prima dell'una una forte esplosione è stata sentita chiaramente dal Fadalto a San Giacomo, ma nessuno sa quale sia stata l'origine.
Ai vigili del fuoco e alla Prealpi Soccorso non sono pervenute segnalazioni, né l'Ingv ha registrato scosse telluriche, ma sui social network post e tweet si sono sprecati.
Varie le ipotesi: un aereo potrebbe aver infranto la barriera del suono, potrebbe trattarsi di un altro dei misteriosi boati del Fadalto. Oppure la causa potrebbe essere riconducibile a uno sciame di meteoriti entrato nell'atmosfera, come successo a Novara il mese scorso.