martedì 19 novembre 2013

Maltempo in Sardegna

Il Maltempo questa volta ha colpito pesantemente la Sardegna dove da ieri si registrano molti disagi e danni. Purtroppo nei bilanci questa volta bisogna contare anche delle vittime e dei dispersi, oltre ai feriti fortunatamente lievi.
L'aggiornamento ufficiale postato di seguito parla di 8 vittime e di un numero non definito di dispersi.
Molte media questa mattina parlano di 9 vittime e di un numero variabile di dispersi da 3 a 6.
Vista la lontananza non potrà essere effettuato un monitoraggio costante e invitiamo tutti a seguire le evoluzione attraverso media e social network.
Verranno aggiunti eventualmente gli aggiornamenti principali.

Per il popolo sardo è stato chiesto di liberare dalle password le rete internet wifi per agevolare le comunicazioni.

Di seguito un aggiornamento dettagliato da parte del Dipartimento Nazionale Protezione Civile

Maltempo in Sardegna: riunito il Comitato Operativo

19 novembre 2013
Le province maggiormente colpite sono Olbia e Nuoro.
Comitato Operativo Foto di repertorioAggiornamento delle ore 2.00

Si è riunito ieri sera, alle 22.00, e si è poi aggiornato all’una di oggi, il Comitato Operativo convocato dal Capo Dipartimento della Protezione Civile per fare un punto sulla grave situazione di maltempo che sta interessando la Regione Sardegna e coordinare gli interventi del Servizio Nazionale della Protezione Civile. In collegamento con la sede di Roma del Dipartimento, la Regione Sardegna e la Regione Friuli-Venezia Giulia, in rappresentanza di tutti gli altri sistemi regionali di protezione civile.

Il maltempo, come previsto dall’avviso di avverse condizioni meteorologiche emesso domenica dal Dipartimento, ha interessato prima la zona del Medio Campidano, per poi estendersi nella zona sud-orientale dell’isola e colpire dalla serata di ieri, anche la parte nord orientale della Sardegna, la Gallura. In alcuni casi, le precipitazioni hanno raggiunto picchi di cumulate anche di 450 ml in dodici ore. Le province più interessate dal maltempo sono Olbia e Nuoro, dove, per risolvere le criticità, sono impegnati anche nuclei Saf (Speleo Alpino Fluviale) dei Vigili del Fuoco e unità del Corpo Nazionale del Soccorso Alpino e Speleologico. Al momento sono in corso le operazioni per raggiungere tutte le zone maggiormente colpite dagli eventi. In particolare le criticità principali si registrano nel comune di Torpé, dove sono state evacuate 500 persone, ora ospitate in strutture messe a disposizione dal Comune, e nel centro di Olbia, dove centinaia di sfollati hanno trovato ospitalità presso le strutture alberghiere della zona. Al momento, sono 8 le vittime accertate mentre il numero dei dispersi è ancora da definire.

Sono in corso operazioni di monitoraggio e verifica, in particolare, su due dighe, entrambe in provincia di Nuoro: la prima è quella di Maccheronis nel comune di Torpé; la seconda è la diga sul fiume Cedrino.

A causa del maltempo, alcune criticità hanno interessato anche i servizi essenziali, e in particolare la rete elettrica. Per quanto riguarda la viabilità si registrano criticità sulla rete statale e sulle strade locali, dove si riscontrano diffusi allagamenti e alcune frane. In particolare, la strada statale 129, nel tratto tra Nuoro e Orosei, è interrotta per il crollo di un ponticello. Diversi i disagi anche alla circolazione ferroviaria in quanto il maltempo ha ieri causato l’interruzione di alcune tratte. Il porto e l’Aeroporto di Olbia sono aperti.

Si invitano gli automobilisti a utilizzare la macchina solo in caso di estrema necessità e a verificare la transitabilità delle strade prima di intraprendere il viaggio. Notizie sempre aggiornate sulla viabilità sono disponibili attraverso i canali C.C.I.S.S. (numero verde 1518, www.cciss.it, mobile.cciss.it, applicazione iCCISS per iPHONE), le trasmissioni di Isoradio e i notiziari di Onda Verde sulle tre reti Radio-Rai.


aggiornamento ore 9.00
E' salito a 14 il numero delle vittime causate dal maltempo in Sardegna!