mercoledì 23 maggio 2012

Terremoto Emilia 2012 agg 12


Terremoto in Emilia Romagna e Lombardia: dichiarato lo stato di emergenza

22 maggio 2012
Il coordinamento degli interventi è affidato al Capo del Dipartimento della Protezione Civile
Aggiornamento h 17.00
Dichiarazione dello stato di emergenza. Il Consiglio dei Ministri ha deliberato oggi pomeriggio lo stato di emergenza per i territori delle province di Bologna, Modena, Ferrara e Mantova colpiti dal terremoto del 20 maggio 2012, fissandone la durata a 60 giorni. Il coordinamento degli interventi è affidato al Capo del Dipartimento della Protezione Civile. Nella fase successiva allo stato di emergenza il coordinamento spetterà alle Regioni Emilia-Romagna e Lombardia, ciascuna per i territori di propria competenza. 

Il fabbisogno finanziario per far fronte allo stato di emergenza verrà coperto utilizzando le risorse del Fondo Nazionale per la Protezione Civile, rifinanziato per questo con 50 milioni di euro. Le risorse stanziate serviranno a coprire tutte le spese per i soccorsi, l’assistenza e gli interventi provvisionali strettamente necessari alle prime necessità delle popolazioni colpite. In caso di necessità, sarà possibile integrare le risorse attingendo al Fondo di riserva per le spese impreviste. 

Assistenza alla popolazione
. Prosegue l’assistenza alle oltre 5mila persone che hanno lasciato la propria abitazione a causa del terremoto. 

Verifiche di agibilità. Sono in corso le verifiche di agibilità da parte delle squadre di tecnici della Regione Emilia-Romagna e di squadre di tecnici provenienti da altre regioni, sotto il coordinamento del Dipartimento della Protezione Civile. 

Previsioni meteo. La perturbazione di origine atlantica che ha interessato il centro-nord della penisola, si estenderà nelle prossime ore alle regioni centro-meridionali tirreniche. Il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un avviso di avverse condizioni meteorologiche che integra ed estende quello diffuso il 20 maggio, e che prevede dalla serata di lunedì 21 maggio precipitazioni a prevalente carattere temporalesco su Lazio e Campania, in successiva estensione a Basilicata e Calabria. Persisteranno, inoltre, precipitazioni diffuse sulla Sardegna.