lunedì 25 ottobre 2010

Maltempo Veneto e provincia di Treviso - agg.to 002

Il maltempo ha fatto scattare poco fa a Vicenza il preallarme del piano comunale di emergenza: a Ponte degli Angeli infatti il fiume Bacchiglione misura 4,10 metri, con una portata comunque stabile. Il Comune ha quindi già allertato la protezione civile, Aim Valore Città, la polizia locale e i volontari. Nel frattempo sono state chiuse per allagamenti strada di Lobbia, strada Ambrosini e strada Monte Crocetta, nonché il sottopasso di viale della Siderurgia e via della Colombaretta. Un mezzo di Aim dotato di ragno è già intervenuto per pulire alcune caditoie ostruite, come all’incrocio tra via della Scola e strada Bertesina, oltre che in strada Marosticana tra i civici 92 e 104. Aim interverrà a breve anche a ponte delle Barche per liberarlo dalle ramaglie che si stanno accumulando fra i grossi pilastri in pietra. Altre strade risultano parzialmente allagate, ma comunque percorribili: strada Biron di sotto all’incrocio con via delle Cattane, strada Caperse, strada Pelosa tra i civici 153 e 173 e la rotatoria tra viale Ferrarin e viale Diaz in direzione dell’incrocio dell’Albera. Allagato in parte anche parco Querini.I punti notoriamente più critici della città - come ponte di Debba, strada di S. Pietro Intrigogna, strada Nicolosi e strada di Sant’Agostino - sono sotto controllo. A Romano d'Ezzelino un uomo è stato salvato dai vigili del fuoco dopo che la sua auto era rimasta bloccata in un metro d'acqua nel sottopasso sotto la statale Valsugana, tra via Torino e via Bianchin. Altri allagamenti sempre a Romano e a Zugliano con l'intervento dei vigili del fuoco, soprattutto per liberare scantinati e garage. A Bassano è caduto un albero su una strada, senza danni. Spunti di neve stamani a Cortina e sulle località dolomitiche venete, ma poi i fiocchi hanno lasciato spazio a pioggia e nevischio al di sotto dei 1.100-1.200 metri d’altitudine. Sopra i 2.000 metri, fino alle 8 di stamani, sulle Dolomiti la neve fresca ha toccato i 20-30 centimetri di accumulo. Ad Arabba, a 1.600 metri, sono caduti 16 centimentri, mentre a Pecol di Zoldo (1.370 m.) 4 centimetri. Le nevicate dovrebbero proseguire per buona parte della giornata.A Venezia mattinata con l'acqua alta. La punta massima di marea ha raggiunto i 102 centimetri sullo zero mareografico, e l’acqua alta ha occupato circa il 7% del suolo cittadino.