domenica 6 marzo 2016

Boato e bagliore in provincia di Rovigo. Possibile luce sismica?

La sera del 25 febbraio 2016, alle ore 20:55:16 UTC - 21:55:16 locali, è stato registrato un terremoto di magnitudo ML 3.0 è avvenuto nella provincia di Mantova il cui epicentro è stato localizzato in località Poggio Rusco.
L'evento è stato chiaramente avvertito da gran parte della popolazione, un tremore breve ma intenso.

Mappa del risentimento sismico dell'evento

Solo qualche giorno prima, il 22 febbraio, nella zona di Giacciano (RO) era stato avvertito un forte boato poco prima delle 22. 
Contestualmente al boato nella zona di Lendinara e Badia Polesine era stato segnalato da alcune persone un intenso bagliore, fenomeno registrato anche dalle telecamere private del Sig. Enrico Stella, residente a Badia Polesine (RO).
Tali fenomeni hanno catturato subito l'attenzione dei social e dei media, in particolare da il Gazzettino di Rovigo che ha redatto un articolo sul tema, visionabile al seguente link www.ilgazzettino.it/nordest/rovigo/rovigo_misterioso_boato_lendinara_badia_giacciano_avete_sentito-1570915.html.

Possono questi due eventi essere collegati vista la loro vicinanza per spazio (circa 30 chilometri) e per tempo (3 giorni)?

Fin dal giorno seguente l'amico Jerry Ercolini del 45°GRU mi aveva dato notizia del fenomeno ed aveva già avuto la possibilità di visionare ed analizzare i video del fenomeno.
Da subito, visto l'interesse per le EQL Earthquake Light o più semplicemente luci sismiche, ci siamo confrontati sul fatto che si potesse trattare di questa tipologia di fenomeno. L'interesse è ovviamente aumentato dopo la notizia dell'evento sismico.

Ringrazio il Sig. Enrico Stella, che ha autorizzato la dei video del fenomeno, registrato dalle telecamere della sua abitazione di Badia Polesine (RO).



Il Sig. Stella ci ha raccontato le condizioni ambientali e logistiche della sua abitazione e delle relative inquadrature. Riferendosi ai fenomeni del boato e del bagliore ci ha riferito le sue considerazioni "dubito fortemente in un fulmine.. anche il boato era totalmente assente di riverbero: cupo, potente e secco".

Effettivamente da alcune verifiche effettuate in alcuni database, non risultano fulminazioni in zona nel momento del bagliore.

mappa delle fulminazioni al momento del bagliore
fonte Blitzortung.org

Anche il radar meteorologico dell'Arpav non evidenzia alcun fenomeno precipitativo in quel momento.


Dai video si può notare come il bagliore che compare sul retro della casa rispetto al primo video, abbia una discreta intensità e che non sia particolarmente localizzato. Si può presumere che per essere così ben visibile a quella quota, nonostante la presenza di altre case e strutture, il bagliore non si possa essere generato a terra.
Di seguito si riportano due immagini di analisi preliminare dei fotogrammi relativi al bagliore, realizzate dal 45°GRU.



Resta il dubbio se tale fenomeno luminoso, possa essere riconducibile ad una luce di tipo EQL Earthquake Lights - luci sismiche?
Difficile dare una risposta, senza maggiori analisi ed approfondimenti, difficili però da ottenere con un unico video.
Quasi certamente si tratta di una luce naturale, ma non possiamo escludere la natura antropica del bagliore.
Sicuramente se si trattasse di fenomeno naturale, rientrerebbe nei principali parametri spazio temporali relativi alle EQL Earthquake Lights conosciuti e presenti nella letteratura 
scientifica di settore.