martedì 26 luglio 2016

Contribuire alla radio astronomia grazie alla potenza di calcolo dei nostri computer.

Abbiamo avuto modo altre volte di parlare del calcolo distribuito, una possibilità di contribuire direttamente alla ricerca scientifica, sfruttando la potenza di calcolo dei nostri computer e dispositivi.

Il primo progetto di questo tipo è stato Seti@home, che ricerca segnali provenienti da intelligenze extraterrestri. Attualmente il calcolo distribuito sfrutta principalmente BOINC, un software client che elabora i dati messi a disposizione in rete da vari istituti di ricerca, trasmettendo al mittente i risultati elaborati ed ottenuti.
BOINC offre la possibilità di accedere a progetti di ricerca di varia natura, uno dei quali dedicato al campo della radio astronomia.


TheSkyNet POGS é un progetto sperimentale che utilizza calcolatori connessi via Internet per condurre ricerca in astronomia. Le gamme spettrali di GALEX, Pan-STARRS1 e WISE verranno combinate per generare un atlante dell'universo vicino che copra molteplici lunghezze d'onda (ultravioletto-ottico-vicino infrarosso). 

Con tale ricerca, sara' possibile misurare diversi parametri fisici, per es.: tasso di formazione stellare, massa stellare nelle galassie, attenuazione indotta dalla polvere cosmica e contenuto di polvere cosmica interstellare nelle galassie. Tali parametri verranno estrapolati con risoluzione a livello di singolo pixel, utilizzando il metodo della distribuzione spettrale d'energia (SED) tramite tecniche di 'fitting'.

 

The SkyNet POGS e' un progetto gestito dal Centro Internazionale della Ricerca in Radio Astronomia (International Centre for Radio Astronomy Research - ICRAR).


Per maggiori info: pogs.theskynet.org/pogs