domenica 12 giugno 2016

Prolungata fase di maltempo sul Veneto

Il periodo che stiamo vivendo è caratterizzato da una forte instabilità che sta portando sul territorio regionale, così come su altre regioni della penisola, precipitazioni intense con eventi estremi quali tornado o bombe d'acqua.

Anche oggi, dopo una giornata durante la quale si sono alternate schiarite e cielo coperto, la nuvolosità sta aumentando e stanno iniziando le precipitazioni accompagnate da una discreta attività elettrica e forte ventilazione. Ecco alcuni scatti di poco fa.




La maggior attenzione va ovviamente ai fenomeni ed eventi estremi, capaci di portare forte ventilazione, intensa attività elettrica ed importanti quantitativi di precipitazioni in poco tempo. 
Tutte tre queste caratteristiche sono in grado di generare danni al territorio e alle strutture, attivare frane e smottamenti, provocare allagamenti.
Basti pensare che nell'ultimo periodo si sono registrate diverse situazioni di criticità: qualche giorno fa nella zona di Oderzo e Motta di Livenza numerosi allagamenti hanno richiesto l'intervento dei Vigili del Fuoco e della Protezione Civile, ad Asolo il Muson è esondato, lungo la costa si sono registrate alcune trombe marine, lungo la pedemontana veneta si registrano alcune frane e smottamenti che a causa delle importanti precipitazioni si sono riattivate.
Fortunatamente negli ultimi anni è cresciuta l'attenzione da parte di enti ed istituzioni, così come dell'opinione pubblica, verso il rischio e il dissesto idrogeologico, anche se la strada da fare per la messa in sicurezza del territorio è ancora molto lunga.