mercoledì 8 luglio 2015

Emergenza Maltempo Veneto 08 luglio 2015 e tornado veneziano

Nella giornata di oggi 08 luglio 2015 alcune forte formazioni temporalesche si sono abbattute sul territorio Veneto creando alcune situazioni di criticità che si sono susseguite e distribuite sul territorio regionale.



Cerco di fare il punto della situazione alle ore 23.45 circa.

La situazione più preoccupante riguarda l'area tra Mira, Mirano e Pianiga (Venezia), colpita da una fortissimao tornado che ha provocato danni ingenti e il decesso di una persona rimasta sepolta da un crollo nella zona di Sambruson di Dolo, oltre 20 feriti (alcuni dei quali in codice rosso, ma la situazione è in evoluzione) soccorsi dagli equipaggi del Suem 118 subito giunti sul posto con due elicotteri e 19 ambulanze. Contestualmente anche un elicottero dei Vigili del Fuoco ha sorvolato le zone nonostante le condizioni meteo non facili.

Il tornado a Mira . foto di  Michele Ferian in FB

I danni del tornado a Mira dall'elicottero dei Vigili del Fuoco








Mira . foto di Samuel Levorato in FB
Mira . foto di Samuel Levorato in FB
Mira . foto di Samuel Levorato in FB
Mira . foto di Samuel Levorato in FB 
Mira . foto di Samuel Levorato in FB

Nel bellunese da segnalare la preoccupazione per il riattivarsi di una vasta frana lungo la Statale Alemagna SS 51 verso Cortina, località Acquabona, la quale ha occupato la sede stradale creando forti disagi al traffico con conseguenti deviazioni obbligatorie.

La frana di oggi vista dall'alto

La colata della frana

Sono in atto i lavori di ripristino della situazione
lungo la SS 51

Disagi e problemi anche ad alcune linee ferroviarie con rallentamenti e blocchi dei convogli viaggianti.

A Susegana la copertura di un'abitazione ha preso fuoco a causa della caduta di un fulmine. 

Non si contano gli interventi in atto da parte di tutti i distaccamenti regionali dei Vigili del Fuoco, supportati dal personale volontario di Protezione Civile, principalmente per taglio piante che interessano abitazioni e sedi stradali, cavi caduti e problemi alle coperture causati dalla forte ventilazione. Tutte le operazioni sono rese maggiormente difficoltose a causa del buio.

Il presidente della Regione del Veneto Luca Zaia sta seguendo, in costante contatto con l’Assessore alla Protezione Civile Giampaolo Bottacin, con il responsabile del Suem 118 Paolo Rosi e con quello della Protezione Civile Regionale Roberto Tonellato l’evolversi della situazione legata all’ondata di devastanti temporali che sta colpendo numerose zone del Veneto.


Il maltempo ha colpito duramente numerose aree della Regione, con forti grandinate sparse.Particolarmente intensa l'attività elettrica durante l'evento odierno e tutt'ora in atto. 
Nell'immagine seguente la situazione delle fulminazioni durante il primo passaggio temporalesco di metà pomeriggio.

Il Presidente della Regione del Veneto Luca Zaia ha convocato per domani una seduta straordinaria della Giunta regionale.

Aggiornamento ore 8.30 del 09 luglio 2015
Una lunga notte di lavoro ininterrotto per le squadre di soccorritori in azione nelle aree colpite, e l'attività è aumentata dalle prime luci dell'alba con numerosi interventi e sopralluoghi. Fortunatamente il maltempo è cessato creando condizioni migliori per operare per il superamento dell'emergenza ed il ritorno alla normalità.


Aggiornamento della Direzione Interregionale Vigili del Fuoco Veneto e Trentino Alto Adige ore 17.50 09 luglio 2015

I Vigili del Fuoco sono impegnati dalle 17.00 dell’8 luglio per una tromba d’aria che si è abbattuta sulla zona del Veneziano e della bassa Padovana, oltre ad una frana che ha colpito la statale Alemagna nei pressi di Cortina.
Venezia
Il maltempo si è concentrato nei i comuni Cazzago, San Brusonon , Pianiga , Dolo e Mira dove si è registrato anche un morto e numerosi feriti . I Vigili del Fuoco sono impegnati tutt’ora nella messa in sicurezza di edifici civili e industriali. Ottanta gli interventi effettuati da ieri a questa mattina, oltre un centinaio in attesa. Due posti di comando avanzato sono presenti nei comuni di Pianiga e San Bruson, particolarmente colpiti e devastati dalla furia del vento. Oltre ottanta i Vigili del Fuoco che stanno operando in zona. Le operazioni di soccorso sono state dirette dal comandante Loris Munaro, presente sul luogo. L’elicottero del reparto volo ha sorvolato la zona per una ricognizione dei danni.
Padova
I Vigili del Fuoco hanno operato nel comune di Cadoneghe per la messa in sicurezza del tetto di una palestra scoperchiato. Altri interventi per taglio alberi e messa in sicurezza di abitazioni sono stati effettuati nei comuni Curtarolo, San Giorgio delle Pertiche, Vigodarzere e Campodarsego.
Belluno
Le squadre sono intervenute ad Acquabona, nei pressi di Cortina per una frana di ghiaia e fango che si riversata sulla statale Alemagna coinvolgendo due autovetture. Una donna è riuscita a mettersi in salvo salendo su un albero e poi soccorsa dai Vigili del Fuoco, un altro autista è rimasto bloccato nella biforcazione della frana lunga 80 metri e alta 3. Sul posto hanno operato due mezzi movimento terra della colonna mobile regionale.
Vicenza
Numerosi gli interventi concentrati nella zona pedemontana della provincia per la messa in sicurezza di piante pericolanti.



Aggiornamento 10 luglio