lunedì 27 aprile 2015

Terremoto Nepal aprile 2015

Un terremoto di magnitudo 7.8 ha colpito la regione del Nepal la mattina del 25 aprile 2015 (alle 06:11 UTC, 08:11 in Italia, le 11:56 in Nepal).


La torre Dharahara, patrimonio dell’Unesco (fonte: Tgcom24)

Purtroppo continua ad aggravarsi il bilancio delle vittime, che al momento sono più di 4.000. 
Tra queste anche alcuni italiani, mentre altri risultano dispersi.
L'intera comunità internazionale si è attivata per fare fronte all'immane emergenza. Anche l'Italia sta partecipando con l'invio di un primo team tecnico avanzato.
Un affettuoso pensiero va a tutte le vittime e alle famiglie.




Contestualmente si sta delineando meglio il quadro sismologico di quanto è accaduto. 

Ecco i due approfondimenti redatti dall'INGV
Forte terremoto in Nepal (Mw7.8) il 25 aprile 2015
Terremoto in Nepal del 25 aprile 2015: aggiornamento e approfondimento


STREAMING in diretta delle comunicazioni
dell'emergenza NEPAL - Frequenza 14.205MHz
Global Emergency



Di seguito due comunicati.
Il primo riguarda la richiesta di silenzio radio su alcune frequenze al fine del loro utilizzo per fini di soccorso ed emergenza.
Il secondo è il comunicato stampa del CNSAS per due tecnici del Soccorso Alpino e Speleologico vittime del terremoto.

COMUNICATO UFFICIALE DELL'A.R.E.S. AMATEUR RADIO EMERGENCY SERVICE 
Si chiede di prestare attenzione a non utilizzare le seguenti frequenze radio:
EMERGENZA SUD CHILE ERUZIONE VULCANO CALBUCO dove è in atto un piano di evacuazione 7.050 KHZ PRINCIPALE, 14.250 E 3738 KHZ SECONDARIE,
EMERGENZA SISMA NEPAL 14.210 E 7100 KHZ PRINCIPALE E 18.160 E 21.360 KHZ SECONDARIE.
GRAZIE


COMUNICATO STAMPA CNSAS
Cordoglio e commozione per i due tecnici del Soccorso Alpino e Speleologico vittime del terremoto in Nepal.
Con profondo cordoglio e forte commozione il Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico dà la notizia della morte in Nepal, di Gigliola Mancinelli e Oskar Piazza, due membri del CNSAS impegnati in un’autonoma spedizione esplorativa di alcune forre nella zona di Langtang, a 30 chilometri dalla capitale Katmandu.
Oskar Piazza, trentino, era membro e istruttore della Scuola Nazionale Tecnici Alpini del CNSAS, mentre Gigliola Mancinelli, marchigiana, era istruttrice nazionale della Scuola Medici del CNSAS.
Il paese di Langtang è stato colpito da una grande valanga, che ha provocato anche il ferimento di Nanni Pizzorni, un altro speleologo del CNSAS, ligure. Illeso Giuseppe Antonini, il quarto membro della spedizione, direttore della Scuola Nazionale Forre.
La notizia della tragedia è arrivata a più di 24 ore dal terremoto tramite telefono satellitare, dopo numerosi tentativi di mettersi in contatto con il gruppo italiano, tentativi andati a vuoto per le attuali forti difficoltà di comunicare con il Nepal.
Pier Giorgio Baldracco
Presidente Nazionale CNSAS