venerdì 14 aprile 2017

"D" Single Letter Beacon from Sevastopol - Crimea / Russia

Nella giornata odierna sulla frequenza di circa 10.871 kHz, ho ricevuto con segnale RST 588 una stazione che ripeteva continuamente in CW la lettera "D" mediante i punti e linea del Codice Morse
Si tratta di una delle cosiddette letter beacon e più precisamente una Single Letter Beacon che trasmette da Sebastopoli (Sevastopol) in Crimea, che nonostante molte fonti riportino come Ucraina, deve invece essere considerata Russia in virtù dell'inclusione del territorio della Crimea alla Russia.

L'ascolto è avvenuto con un'antenna Long Wire di circa 10 metri e un ricevitore Kenwood R1000, collegato al pc per poter monitorare e decodificare il segnale.
Di seguito trovate una schermata del segnale analizzato con il software spettrografico Spectran, dove si possono riconoscere facilmente i "picchi" della lettera "D" trasmessa in CW e che nel Codice Morse è identificata da linea punto punto. Successivamente un breve video con la registrazione della trasmissione.





Vi lascio di seguito un breve approfondimento sul questo tipo di trasmissioni denominate letter beacon.
Girando per le onde corte (HF) non è difficile imbattersi in questi tipi di segnali radio consistenti in trasmissioni di una singola lettera in CW (Codice Morse) ripetuta in maniera continuativa.

I letter beacon sono segnali simili a quelli prodotti da un radiofaro di origine incerta e vengono anche chiamati, sulla base di lievi differenze:
- SLB: Single Letter Beacons (segnali a lettera singola)
- SLHFB: Single Letter High Frequency Beacons (segnali a lettera singola in HF)
- SLHFM: Single Letter High Frequency Markers (marcatori a lettera singola in HF)
- marcatori di canale
- marcatori cluster
- marcatori FSK
- MX, una designazione ENIGMA

La designazione ENIGMA è la più opportuna e classifica questi segnali in tre categorie:
- MXb: segnali di propagazione a lettera singola
- MXm: marcatori di canale a lettera singola
- MXr: altri marcatori correlati

Si suppone che molti dei letter beacon abbiano origine da postazioni militari usate dalla Russia o dalla marina statunitense. Altri segnali, i cosiddetti phantom fishnet beacon, (radiofari posti solitamente su una boa atti a segnalare la presenza di una rete da pesca, in questo caso di origine sconosciuta) si suppone si trovino nel sud dell'oceano Atlantico. Vi è stato un caso in cui l'origine di una trasmissione di questo tipo è stata ricondotta ad un trasmettitore legato a due palme in una spiaggia isolata della Florida.

Scoperte alla fine degli anni sessanta, lo scopo di queste trasmissioni è sconosciuto. Si è ipotizzato che siano marcatori di canale, che siano usate nel tracciamento dei satelliti o, ancora, per scopi di protezione civile. Alcune stazioni come il marcatore U (identificato dalla lettera trasmessa) sono state usate per operazioni di radio jamming. Le frequenze utilizzate vengono spesso cambiate e, occasionalmente, vengono trasmesse voci o segnali di tipo radiotelescrivente (a volte identificabili come bollettini meteorologici o informazioni criptate).

Come già detto non è ancora stato chiarito il preciso scopo di queste trasmissioni, ma come appassionati di radioascolto, possiamo sfruttare queste trasmissioni per verificare e studiare la propagazione o per testare i nostri sistemi di antenna e ricezione.

In rete non si trovano grandissime informazioni e spesso le varie fonti sono discordanti tra di loro, ma si trovano alcune tabelle che individuano per le differenti letter beacon, il presunto luogo di trasmissione e le frequenze sulle quali sono è possibile riceverle.