sabato 20 febbraio 2016

Primi test di ricezione in WSPR mode

Questa sera ho fatto alcuni test per provare la ricezione di segnali radio nel modo digitale WSPR, acronimo di Wake Signal Propagation Reporter

Si tratta di un protocollo per comunicazioni digitali che permette di trasmettere e ricevere segnali estremamente deboli.
Lo scopo principale per cui è stato sviluppato il WSPR è quello dello studio della propagazione radio ionosferica. La modalità di funzionamento avviene secondo la filosofia dei beacon.
Utilizzando la modalità WSPR si è in grado di ricevere segnali di intensità ben inferiore a quelli di un segnale in CW e anche di quelli nelle varie modalità JT
Le informazioni che vengono trasmesse durante i 2 minuti di ogni sessione WSPR sono unicamente nominativo, locatore e potenza espressa in dBm.

Ho effettuato i test attraverso due software, entrambi realizzati da Joe Taylor K1JT,  WSPR e WSJT-X. Il primo è dedicato in maniera esclusiva a lavorare in WSPR mode, mentre il secondo riceve e trasmette anche i vari modi JT.

Dopo alcuni settaggi iniziali e un po' di tempo per centrare perfettamente la frequenza con i miei modesti mezzi nella banda dei 40 metri, ecco piano piano apparire sulla schermata dei software le prime stazioni ricevute in WSPR mode.

Ecco una schermata del software WSJT-X con la ricezione delle stazioni, al momento quasi esclusivamente europee.




Di seguito alcuni link utili per chi vuole avvicinarsi e sperimentare la modalità di trasmissione e ricezione WSPR.

Il sito di Joe Taylor K1JT dove potete trovare i migliori software open source per la gestione della modalità WSPR e  JT

Il sito principale dedicato alla modalità WSPR con in cluster in diretta delle stazioni on air.

Una semplice e completa guida introduttiva alla modalità WSPR completamente in italiano, redatta da IV3BNA Roberto.
http://iv3nba.blogspot.it/2008/09/introduzione-al-wspr.html