martedì 13 dicembre 2011

riparte il monitoraggio sismico tramite QCN

Dopo alcuni mesi di stop ed in previsione del trasferimento in altra località della mia residenza, e di conseguenza della sala radio e dei diversi sensori, ho provveduto a spostare e riattivare il piccolo acellerometro, che utilizzo per un monitoraggio sismico di base.
Tale sensore sismico collegato via USB al pc e grazie al software QCNLive (Quake Catcher Network) registrerà sullo schermo le scosse, i tremori e tutte le vibrazioni. Il software è quello del progetto di stazioni sismiche diffuse progettato dall'università di Stanford grazie al client BOINC (quello già famoso per il programma di calcolo distribuito seti@home che che capta i suoni dallo spazio e li analizza alla ricerca di trasmissioni o suoni extraterrestri).
La stazione sarà collegata alla rete QCN ma verrà utilizzata anche a livello locale per la registrazione delle immagini dei sismogrammi e dei tracciati.
Visto che il sensore è stato posizionato oggi, i prossimi giorni saranno oggetto di prove e configurazioni, necessarie per il posizionamento, la taratura e la messa a punto del ricevitore e del collegamento al pc.