venerdì 30 dicembre 2016

Stop&go per il radar francese di Graves

Nel campo della radioastronomia il meteorscatter è una tecnica grazie alla quale è possibile effettuare il monitoraggio degli echi meteorici, così come rappresentato schematicamente nell'immagine sottostante.


Nonostante non possa effettuare un monitoraggio continuativo e costante per motivi tecnici e logistici, mi affascina effettuare queste osservazioni durante i periodi di maggiore presenza di sciami meteorici.
Proprio per questo sono in costante contatto con altri appassionati di questo tipo d tecnica e più in particolare di radioastronomia.

Chi segue questo tipo di monitoraggio sa benissimo che per la nostra area geografica la cosa migliore è fare monitoraggio della frequenza del radar Graves in Francia.
Nei giorni scorsi, gli amici che possiedono stazioni di monitoraggio costante hanno subito segnalato un brusco calo delle ricezioni di echi meteorici, il quale si era praticamente annullato.

Subito abbiamo cercato, ognuno con i propri mezzi ed attrezzature, di verificare quanto stesse accadendo, anche grazie all'ausilio ed al monitoraggio di altri siti ed osservatori all'estero.

Quello che è stato notato è stato che tutte le stazioni avevano smesso di ricevere, cosa che ci ha fatto pensare ad uno stop della trasmissione del radar francese di Graves. Pur non potendone avere assoluta certezza, analizzando quanto accaduto contemporaneamente praticamente a tutte le stazioni di monitoraggio si deve essere trattato di un vero e proprio stop delle trasmissioni del radar di Graves, dovuto con buona probabilità a qualche manutenzione.
Dopo circa 24 ore di assenza di qualsiasi segnale, sono stati registrati alcuni echi diversi dal solito. Questo potrebbe essere stato causato da qualche trasmissione test da Graves, tale da alterare alteri la ricezione degli echi meteorici.
Successivamente si è notata una normalizzazione del segnale e delle relative tracce degli echi meteorici, da parte di tutte le stazioni.
Di seguito due schermate ricevute proprio durante le fasi di ritorno in funzione del radar di Graves.




Di seguito il parere di Flavio Falcinelli esperto di radioastronomia.
Buongiorno Giorgio,a giudicare dalle mie registrazioni e da alcune considerazioni di osservatori anche all'estero, credo che in questo periodo il TX GRAVES sia in manutenzione o funzionante a tratti. Succede ogni tanto ed è già capitato ripetutamente in passato: è normale per il loro tipo di attività.In questi giorni ho osservato lunghi periodi di bassa attività o assenza di attività che fa pensare a trasmissioni intermittenti e/o con ridotta potenza. Per verificare la funzionalità del mio sistema ricevente ho utilizzato, come faccio periodicamente, un segnale test alla stessa frequenza.Ho anche osservato segnali particolari, diversi dal solito, che sembrano trasmessi da GRAVES: potrebbero essere, e anche questo sarebbe normale, segnali di prova per la verifica e/o la messa a punto del loro radar.Ovviamente queste sono solo ipotesi...

Per approfondire potete visitare anche il sito web dell'amico Massimiliano IK0VVE al seguente link.

Ora che il sistema è tornato funzionante, gli appassionati potranno dedicarsi al monitoraggio dell'imminente sciame meteorico delle quadrantidi.